educazione-alimentare-scuole

- News - Education

Dai legumi allo spreco alimentare: l’educazione alimentare nelle scuole

Dai legumi allo spreco alimentare: l’educazione alimentare nelle scuole

Finalmente possiamo tornare a fare educazione alimentare nelle scuole! Il rapporto dal vivo con bambini e insegnanti è uno dei fattori che più ci sono mancati negli ultimi mesi: in Elior, infatti, da anni collaboriamo con moltissime scuole primarie e scuole dell’infanzia per portare i nostri progetti di educazione alimentare direttamente in classe. 

Funny Food, la filosofia educativa di Elior

Investire sulle nuove generazioni per creare adulti consapevoli dell’importanza di una sana alimentazione per noi è sempre stato un valore fondamentale. Tanto da aver creato Funny Food, la nostra filosofia educativa – alla base di ogni nostro progetto – che parte dall’aspetto ludico del cibo per insegnare ai bambini a conoscerlo, apprezzarlo e considerarlo una parte fondamentale della loro vita quotidiana secondo i principi della Dieta Mediterranea

E poi a non sprecarlo: il food waste è un tema che ci sta particolarmente a cuore e che vogliamo trasmettere ai bambini in un’ottica di sostenibilità ambientale.

È quindi con grande soddisfazione e felicità che per l’anno scolastico 2021-2022 abbiamo organizzato un fitto calendario di progetti di educazione alimentare per la scuola, ampio  variegato in modo da accontentare esigenze diverse.

Educazione alimentare scuola primaria

Partiamo dalla scuola primaria, target fondamentale verso il quale abbiamo rinnovato la nostra offerta per adattarci ai cambiamenti imposti dalla recente pandemia sanitaria, prima tra tutti la didattica a distanza. Con i bambini a casa e le lezioni in video-presenza, come si può fare educazione alimentare?

Basta scegliere...un altro mezzo di comunicazione!

Educazione alimentare digitale

L’anno scorso abbiamo lanciatoIl Mondo in un Piatto, un progetto di educazione alimentare digitale per la scuola primaria. Si tratta di una serie di video interattivi, fruibili sia in classe che da casa, in modo che un’eventuale chiusura scolastica non rappresenti un intralcio. Ogni video è integrato con nozioni di arte, storia, geografia, usi e costumi nel mondo: così divertendosi si scopre da dove arrivano, a cosa servono e come si cucinano classi di alimenti come i cereali, i legumi, frutta e verdura.

Laboratori in presenza

Accanto a una proposta digitale, abbiamo ripreso i nostri classici laboratori in presenza.

In primis L’appetito vien imparando, un progetto di educazione alimentare rivolto alle scuole dell’infanzia e alle scuole primarie, strutturato su percorsi diversi:

  • Fruttolandia, per imparare l’importanza di consumare frutta di stagione, fondamentale per il nostro organismo.
  • Verdurandia, per far incontrare i bambini delle scuole dell’infanzia con la verdura spiegando loro perché è così importante mangiarla. 

Oltre a questo, abbiamo attivato

  • In un mare di plastica: un progetto per capire quanti oggetti di plastica ci sono in classe, quanto tempo impiegano a degradarsi e perché non si è mai troppo piccoli per fare la differenza.
  • #iononspreco: come spiegare il tema dello spreco alimentare ai bambini? Facendoli divertire! Ecco un progetto che usa i lombrichi per spiegare il ciclo virtuoso dei rifiuti organici
  • Ambaradan Teatro: grazie a un gruppo teatrale, abbiamo portato l’educazione alimentare e la sostenibilità ambientale sul palcoscenico, trasformandoli in spettacoli per le scuole
  • Menu a tema: dalle ricette mostruose di Halloween a quelle di Natale, dai menù cromatici ispirati ai 5 colori del benessere a quelli ispirati alle tradizioni gastronomiche di altri paesi per le scuole dell’infanzia e le scuole primarie.