- News

Verdura di stagione: amica nostra e dell'ambiente

Consumare verdura di stagione significa alimentarsi in modo sano ed essere amici dell'ambiente: i prodotti di stagione sono più buoni, sani e costano anche meno. Inoltre, seguire la stagionalità dei prodotti, si tramuta in un gesto sostenibile perché la merce non ha viaggiato per migliaia di chilometri, riducendo, così, anche le emissioni di CO2.

Verdura di stagione

L’estate è sicuramente la stagione principale per la frutta e la verdura, ma anche l’autunno può riservare delle piacevoli sorprese, grazie ad alcuni prodotti di stagione che sono in grado di fornirci il giusto apporto di vitamine e sali minerali per prepararci ai freddi dell’inverno. Ogni periodo dell'anno significa, in termini di verdura di stagione, un percorso gastronomico diverso per tutti i dodici mesi con i 5 colori del benessere sempre a disposizione.

 

Verdura di stagione: la natura risponde in ogni stagione

Zucchine e pomodori d'estate, asparagi e piselli in primavera, zucca e broccoli in autunno, cime di rapa e cavoli d'inverno. La natura risponde copiosa alle nostre necessità nutrizionali: d'estane con verdure succose come i cetrioli, perfetti per reintegrare i sali minerali; finocchio in inverno, che depura l'organismo ed è ricco di vitamine e acqua. Ogni stagione è diversa ed è ricca di specialità locali, quindi alimenti sostenibili per l'ambiente e anche in termini economici. La verdura locale costa meno, è più buona, sana e, soprattutto nel territorio italiano, è molto facile reperirla.

 

Le invernali

In inverno predomina il verde, uno dei cinque colori del benessere, che è sinonimo di vitamina C, fondamentale per affrontare i malanni stagionali. Ricchissime di vitamina E, betacarotene, acido folico, ferro, potassio, magnesio e calcio, le verdure di stagione invernali sono ricche di tutti nutrienti fondamentali per la salute del nostro corpo e anche della mente. Le verdure invernali, come il cavolfiore e il finocchio, hanno ottime proprietà depurative e sono perfette da mangiare sia crude che cotte. La zucca è una verdura autunnale, che però mantiene integre le proprie caratteristiche per tutto l'inverno, pertanto, col suo arancione, è presente sulle tavole da fine settembre a primavera inoltrata. 

Ecco le verdure da consumare in inverno

  1. Bietole
  2. Broccoli
  3. Cardi
  4. Cavoli
  5. Cicoria
  6. Cime di rapa
  7. Finocchi
  8. Radicchi
  9. Spinaci
  10. Zucche

 

Verdure di stagione primaverili

In primavera cambiano un po' i colori sui banchi esposizione dei mercati. Accanto alle tardive verdure invernali, ne arrivano molte altre, tutte buonissime che sono un mix di proprietà benefiche servite sul piatto. Come se lo sapesse, la natura in questo caso risponde con moltissime verdure depuranti, che servono per eliminare tutte le tossi accumulate nel corpo durante l'inverno, durante il quale si è mangiato di più per combattere il freddo. 

Le immancabili

  • carciofi 
  • asparagi 
  • ravanelli 
  • bietole,
  • fagiolini
  • fave
  • finocchi 
  • lattuga 
  • porri
  • piselli 
  • sedano 
  • spinaci
  • cipolle
  • cipollotti
  • aglio

 

Verdure estive

In estate è necessario reintegrare tramite la corretta alimentazione i sali minerali eliminati tramite la sudorazione, e la natura che fa? Risponde con verdure ricche di acqua come in nessun'altra stagione dell'anno. Un vero e proprio tripudio di colori, che va dal rosso e il giallo dei pomodori, passa per il verde delle zucchine e il viola delle melanzane per finire con l'arancione delle carote e il bianco di aglio e porri. Un mix di sali minerali e vitamine utili per affrontare al meglio le torrIde giornate estive con i pomodori assoluti protagonisti in tutte le portate salate, dalla semplice pasta al più pratico e profumatissimo pane e pomodoro

Le più amate:

  • aglio 
  • cipolla
  • zucchine
  • fagiolini
  • cetrioli 
  • peperoni quadrati
  • peperoni a cornetto 
  • peperoncini
  • pomodori
  • melanzane 
  • carote 
  • insalata canasta 
  • rucola
  • fagioli 
  • patate.

Le erbe aromatiche

In estate mangiare diventa un piacere grazie alle erbe aromatiche. Basilico, origano, erba cipollina, timo, alloro, aneto, salvia e maggiorana si aggiungono ai piatti per dargli colore, sapore e profumi. Usare le erbe è un ottimo modo di risparmiare sulla quantità di sale da aggiungere alle preparazioni che, oltre a diventare più buone, sono anche più salutari. Le erbe aiutano infatti nella digestione, grazie alle loro proprietà e sono uno dei componenti fondamentale della Piramide Alimentare, alla base della Dieta Mediterranea. Ottimo esempio è il basilico, che è noto sin dai tempi antichi per le sue proprietà digestive, ed ecco che si spiega la sua presenza un po' ovunque. 

Verdure autunnali

Dici verdura autunnale e pensi subito la zucca, il simbolo della stagione. Ma ci sono tantissimi altri ortaggi autunnali buoni almeno quanto la zucca ma un po' meno conosciuti. Ogni stagione porta i 5 colori della salute in tavola, basta solo conoscere quella che è la vera stagionalità. Andare dal contadino che coltiva ancora come si faceva una volta può essere un ottimo modo per approfondire il tema. Inoltre, fino alla fine di settembre, le piante di peperoni e melanzane fruttificano ci ricordano che l'estate non è poi troppo lontana. 

  • zucche
  • barbabietole
  • finocchi
  • broccoli
  • bietole
  • cavoletti di Bruxelles