- News - Ricette

Stecchi di crocchette di pasta sostenibili

Stecchi di crocchette di pasta sostenibili

Gli stecchi di crocchette di pasta sono dei golosi supplì che si fanno con la pasta avanzata e vengono bene proprio perché si fanno con la pasta cucinata il giorno prima: il sugo rappreso rende più compatto limpasto che deve essere poi impanato e fritto.

Recuperare gli avanzi: la cucina anti-spreco tradizionale e golosa

Quando recuperiamo gli avanzi, non ci aspettiamo di riuscire a creare piatti ancora più gustosi di quello che avevamo cucinato in principio. Purtroppo sfruttiamo di rado la nostra creatività, ma fare sempre le stesse cose, anche in cucina, non è un'abitudine sostenibile.

Una semplice pasta avanzata può diventare una gustosa pasta al forno o una frittata di pasta... ma perché non provare qualcosa di nuovo? Gli stecchi di crocchette sono una ricetta di recupero particolare e diversa dal solito, golosa per tutti, perfetta da testare anche con tanti altri piatti avanzati.

Queste crocchette, infatti, possono essere fatte anche a mo di supplì di riso, se dovesse avanzare dellinsalata di riso o un risotto; possono diventare anche delle classiche crocchette di patate, nel caso avanzassero delle patate bollite o in purè; possono essere preparati con moltissimi ingredienti diversi, verdure avanzate comprese.

Una pietanza di recupero può diventare gourmet

Se volete rendere gourmet questa pietanza, dandole un aspetto un po più elegante e un effetto scenografico, conficcate gli stecchi dalla parte del manico, in piedi in una ciotola profonda piena di sale grosso. Potrete servirli a tavola in questo modo originale. 

Come friggere supplì e crocchette

La frittura non è di per sé una ricetta leggera, ma questo non ci deve demoralizzare. Ci sono molti modi per tagliare le calorie ove possibile, senza perdere il gusto degli autentici supplì.

Un metodo per fare una frittura leggera riguarda la panatura. Certo, la panatura classica composta da farina, uovo e pangrattato è un autentico peccato di gola, ma rischia di appesantire troppo il piatto. Dato che questi non sono dei veri e propri supplì di riso, possiamo anche scegliere di usare solo uova e farina, oppure solo uova e pangrattato. Meglio ancora se non usiamo nessuno dei tre ingredienti.

Per una frittura leggera si può inoltre usare il pane panko, una particolare varietà di pangrattato tipica della cucina giapponese, che durante la frittura non incorpora olio bensì aria: in questo modo, la frittura risulta leggera come quella della tempura.

Ingredienti (per due persone)

  •     200 g di pasta cotta avanzata
  •     1 uovo
  •     15 g di parmigiano
  •     15-20 g di fontina o altri formaggi avanzati
  •     100 g di pangrattato
  •     q.b. di olio per friggere (meglio se di semi di arachidi)
  •     q.b. di sale

Procedimento

1.    Sminuzzate il più possibile la pasta avanzata, tagliate i formaggi a cubetti e, in una ciotola, amalgamate uovo, parmigiano, pangrattato e un pizzico di sale

2.    Mescolate bene fino ad ottenere un composto morbido e compatto

3.    Prelevate una piccola parte del composto e stendetelo sul palmo della mano, posizionate un pezzo di formaggio al centro e lavorate fino a ottenere delle palline compatte, un po come si fa per i supplì di riso

4.    Ripassatele più volte nel pangrattato e poi fatele friggere in olio bollente fino a quando non risultano dorate

5.    Scolatele su carta assorbente da cucina e servitele calde infilzandole con uno stecco da gelato