- News

Progetti di educazione alimentare per i bambini

Progetti di educazione alimentare per i bambini

Ogni giorno 18.000 studenti pranzano con noi di Elior, e da oltre 25 anni entriamo nelle scuole in tutta Italia per dare risposte sull’alimentazione e creando momenti di educazione, divertimento e crescita con i nostri esperti. Perché il cibo è anche cultura, conoscerlo è indispensabile per uno stile di vita sano ed equilibrato. Anche per l’anno scolastico 2019/2020 continuano i nostri progetti per valorizzare l’educazione alimentare, progetti che coinvolgono sia studenti che insegnanti. Nutrirsi in modo consapevole è la chiave per dare in mano a bambini e ragazzi gli strumenti necessari per vivere bene e in salute. Il nostro obbiettivo non è semplicemente: suggerire le corrette abitudini alimentari, insegnando i principi della sostenibilità per educare al rispetto del cibo. Come lo facciamo? Tramite laboratori creativi, percorsi ludico-emozionali, eventi e incontri con gli esperti. 

Alla scoperta della dieta mediterranea 

Nel 2010, la Dieta Mediterranea è stata proclamata Patrimonio dell’Unesco: una cultura alimentare inestimabile che fa bene al corpo e alla mente. Non solo cibo ma anche un vero e proprio stile di vita. Facciamo riscoprire ai bambini la convivialità, la sostenibilità e il benessere delle sane tradizioni alimentari della nostra terra. Ma perché mangio quello che mangio? Da dove derivano le nostre scelte alimentari? Emozioni e tempo sono le protagoniste di questo progetto, dalla preistoria a oggi per ricostruire il rapporto che esiste tra l’uomo e il cibo. Mangiare consapevolmente e in modo corretto parte da qui, da conoscenza e cultura. 

Cucina a porte aperte 

Come si mangia a scuola? Questo è il progetto che risponde a questa domanda. Quale modo migliore per scoprire come mangiano a scuola i nostri figli che invitare genitori, alunni e insegnanti a visitare le nostre cucine. Materie prime, sicurezza e qualità: venite ad assaggiare i piatti che ogni giorno preparano le nostre cuoche con attenzione e cura.Ecco l'esperienza da noi di chef Marco Bianchi

Giro d’Italia (e del mondo) 

Panforte, pizzoccheri, canestrato... da dove vengono questi ingredienti e questi piatti? Il nostro gustoso Giro D’Italia vi porterà in un viaggio goloso da nord a sud alla scoperta di piatti tipici e ingredienti eccellenti. Impareremo il significato di DOP e IGP che tutelano e garantiscono l’origine delle materie prime. Un tour gastronomico dalle montagne al mare, dalle campagne alle pianure. 

E dopo aver girato lo stivale, ci guardiamo intorno per accorgerci che viviamo un mondo vastissimo e siamo circondati da sapori e culture diverse che rappresentano un patrimonio inestimabile. Il cibo è un modo per comunicare un’identità e far incontrare mondi e culture lontane. In ogni Paese le abitudini alimentari sono strettamente collegate a tradizioni, storia e religione. Uniamoli tutti per scoprire nuovi sapori e per viaggiare con la fantasia. 

Storia del cioccolato 

Sono stati proprio i Maya i primi ad accorgersi che il cioccolato è un prodotto magico. Di questa delizia divina, che in origine si chiamava proprio “bevanda degli dei”, conosciamo benissimo il profumo e il sapore, ma in quanti conoscono la sua affascinante storia? Noi la raccontiamo ai bambini portandoli in un viaggio di fantasia tra il Messico e la Spagna, tra Conquistadores e monaci ingegnosi che trasformarono una bevanda rituale speziata nel re di tutti i dolci. 

Le giornate mondiali 

Le giornate mondiali sono giornate istituite dall’ONU e da altri organismi internazionali per sensibilizzare le persone di tutto il mondo su temi importanti per la vita e la salute dell’uomo. Noi ne abbiamo scelti 5 da divulgare ai bambini, in linea con i nostri progetti di educazione alimentare. Creando dei menù gustosi a tema approfondiremo insieme ai ragazzi:

  • Giornata mondiale dell’Alimentazione
  • Giornata mondiale dell’Acqua
  • Giornata mondiale della Terra
  • Giornata mondiale dell’Ambiente
  • Giornata mondiale della Celiachia

Un mare di plastica 

Il WWF afferma che ogni giorno mangiamo l’equivalente in plastica di una carta di credito. Colpa delle microparticelle di plastica che ingeriamo inconsapevolmente ogni volta che consumiamo del pesce o del sale. L’impatto della plastica sul nostro pianeta è un problema globale che va risolto al più presto, partendo proprio dalle nuove generazioni per creare un circolo virtuoso. La plastica non va eliminata ma semplicemente usata consapevolmente e riciclata nel modo corretto in modo che possa vivere nuove vite.