- News - Ricette

Il piatto circolare perfetto: polpo grigliato e gazpacho verde

Una ricetta dove il polpo alla griglia si sposa con un innovativo gazpacho di verdure verdi: la nuova proposta degli chef Elior è un inno alla dieta mediterranea e alla sostenibilità, perché vengono utilizzati tutti gli ingredienti, inclusa l'acqua di cottura del polpo e la parte verde dei cipollotti

Il piatto circolare perfetto: polpo grigliato e gazpacho verde

Una ricetta a base di pesce alla griglia e verdure verdi: vi suona troppo dietetica? In realtà il polpo alla griglia abbinato al gazpacho verde oltre a essere sano e gustoso è un piatto circolare perfetto perché riduce al minimo gli scarti permettendo di utilizzare davvero tutto. Inclusa l’acqua di cottura del polpo, che serve da base per montare il gazpacho.

Dopo aver portato un po’ di arancione in tavola con le ricette del risotto ai peperoni e del cous cous, stavolta ci dedichiamo ai cibi verdi, indispensabili per la nostra alimentazione e ricchissimi di principi nutrizionali fondamentali.

Un piatto a tutto verde

Per questa ricetta useremo infatti i pomodori verdi, quelli che rimangono sui fusti alla fine della stagione senza raggiungere la piena maturazione: all’insegna della sostenibilità, insomma, non si butta via niente!

Ci serviranno anche i friggitelli, i tipici peperoncini verdi e dolci noti anche come friarielli e protagonisti di molti piatti del Sud Italia: sono ricchi di acqua e fibre, aiutano il transito intestinale e apportano magnesio, potassio, ferro. E poi i cetrioli, fonti di vitamine e sali minerali, e i cipollotti dei quali utilizzeremo anche la parte verde, che di solito si butta, per preparare la salsa.

I principi nutrizionali del polpo

Il vero protagonista di questa ricetta è soprattutto lui, il polpo. Povero di grassi e ricco invece di proteine, questo mollusco ben si presta a essere consumato anche da chi deve seguire una dieta dimagrante grazie al suo potere saziante.

Tra i principi nutrizionali del polpo ci sono anche calcio, potassio, fosforo e vitamine A e B1.

Di solito in Italia il polpo viene consumato nella classica insalata con le patate oppure affogato nella salsa di pomodoro e usato per condire la pasta. Il nostro chef invece vi propone un’alternativa altrettanto buona ma un po’ diversa dal solito, mediterranea e sostenibile: un piatto circolare perfetto.

Polpo alla griglia e gazpacho

Gli ingredienti sono calcolati per quattro persone.

Per il polpo:

  • 1kg di polpo gelo
  • 1 scalogno
  • 1 Carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 foglia di alloro
  • Sale
  • Buccia di limone
  • Olio Extra vergine di oliva

 

Per il Gazpacho verde:

  • 3 cipollotti freschi
  • 12 Friggitelli
  • 2 pomodori verdi
  • 8 Foglie di menta
  • 4 foglie di basilico
  • 1 Cetriolo
  • Q.B. Peperoncino verde
  • Sale
  • Olio Extra vergine di oliva
  • Acqua di cottura del polpo filtrata

La cottura del polpo

Mettere sedano, carote, scalogno, la foglia di alloro e la buccia di limone, precedentemente puliti, in una pentola capiente piena di acqua, quindi salare e portare a bollore.

Quando l’acqua bolle, inserire il polpo precedentemente pulito e lavato sotto acqua corrente e lasciarlo cuocere per circa 30 minuti. Una volta cotto, spegnere il fuoco e lasciar raffreddare il polpo all’interno della pentola.

Una volta raffreddato a temperatura ambiente, scolarlo dall’acqua avendo cura di conservarne una parte per il gazpacho (quella che avanza può essere usata per cuocere il riso o la pasta). A questo punto porzionarlo, ungerlo con olio extra vergine di oliva e grigliarlo per circa tre minuti per lato.

Mentre il polpo cuoce, prepariamo il gazpacho. Lavare e asciugare tutte le verdure e le erbe aromatiche, quindi tagliare grossolanamente il cipollotto, inclusa la parte verde. Pulire i friggitelli eliminando i semi e la parte bianca interna, privare il cetriolo dei semi e tagliarlo grossolanamente con tutta la buccia.

Mettere il tutto nel frullatore, aggiungere le erbe aromatiche, il succo di limone, peperoncino a piacimento, un paio di cucchiai di olio extra vergine e un paio di mestoli di acqua di cottura del polpo filtrata: frullare fino ad ottenere una salsa densa e liscia e regolare di sale.

Ora non resta che comporre il piatto, magari giocando un po’ con la food art.