Salta al contenuto principale

- News

Mele a km zero per gli studenti delle scuole di Arezzo

Grazie alla collaborazione tra Elior, il Comune e la Fraternita dei Laici, da ottobre a febbraio saranno distribuite 15 tonnellate di frutta

Coniugare le regole di buona alimentazione con la conoscenza del territorio e la valorizzazione dei prodotti locali: è quello che noi di Elior abbiamo realizzato per gli studenti delle scuole di Arezzo grazie alla collaborazione con il Comune e la Fraternita dei Laici, l’antica istituzione cittadina che da otto secoli si occupa di promozione culturale e sociale che fornirà le mele prodotte nelle proprie tenute da inserire nei 3.500 pasti giornalieri che serviamo. 

“Seguire un’alimentazione adeguata è fondamentale per il regolare sviluppo psico-fisico dei ragazzi” – sottolinea Rosario Ambrosino, Amministratore Delegato di Elior. 
“La collaborazione con la Fraternita dei Laici rientra perfettamente nell’ottica di trasmettere il rispetto per il cibo, suggerire corrette abitudini alimentari e sensibilizzare le nuove generazioni sul tema dello sviluppo sostenibile, soprattutto assaggiando i prodotti del territorio. Questa sinergia crea un circolo virtuoso nel mondo della ristorazione scolastica mediante una condivisa sostenibilità sociale, economica ed ambientale.”

A partire da questo mese di ottobre e fino al prossimo febbraio saranno 15 tonnellate le mele a km zero distribuite per merenda o fine pasto nei nidi, nelle scuole d’infanzia, primarie e secondarie di Arezzo.