Salta al contenuto principale

- News

“Mangiare bene e non stare fermi”: il messaggio del campione olimpico Maurizio Damilano per Elior

La buona cucina e il fitwalking vanno promossi anche nella pausa pranzo

Secondo i dati Istat, oltre il 40% degli italiani dichiara di avere una vita sedentaria. 
Il Gruppo Elior da sempre si occupa di corretta alimentazione abbinata all’attività sportiva e Maurizio Damilano, ex marciatore e campione olimpico ai giochi di Mosca 1980, cura con passione, da anni, il progetto fitwalking, disciplina codificata che punta non solo a far sì che lo stile di vita degli italiani migliori, ma che quando si cammina lo si faccia correttamente, in modo che si arrivi al concetto di “camminare bene”, rendendo l’esercizio più efficace ed efficiente.

«La salute della persona - spiega il campione olimpico - ha due riferimenti fondamentali: l’alimentazione e il movimento. Alimentazione corretta non significa dieta, ma imparare un corretto stile alimentare».

Un mondo più sano, per tutte le età, passa anche attraverso dei progetti che stimolino le persone a mangiare bene e muoversi e il fitwalking fa proprio questo, coinvolgendo non sono i singoli cittadini, ma anche le scuole e il mondo della salute e del benessere.

Il fitwalking ha diversi progetti che si indirizzano proprio in tal senso: la scuola, il mondo della salute e del benessere, la città.
«Il progetto “Città per camminare e della salute” ha avuto un grande successo – continua Damilano - e ha permesso di realizzare il passaporto di “Roma Città per camminare e della salute”. Un volume che suggerisce oltre 50 percorsi nella città metropolitana di Roma, la prima walkable city in Europa, per un totale di oltre 250 km di strade da percorrere camminando».

Oltre a questi progetti, Damilano ha, insieme al suo team, coordinato e ideato per ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni italiani) e FIDAL (Federazione di atletica leggera) il progetto “Città della corsa e del cammino – bandiera azzurra”. Nato nel 2018, questo progetto realizza un tour per le nove città bandiera – azzurra. Al termine del tour, che si concluderà nel novembre 2018, il progetto incontrerà oltre 10.000 persone, alle quali è stato proposto di muoversi di più e di promuovere una corretta alimentazione, per vivere in buona salute.