- News - Education

I colori del benessere: 10 cibi verdi che non dovrebbero mai mancare a tavola

Broccoli, asparagi, spinaci, carciofi e persino erbe aromatiche: i cibi verdi sono un concentrato di salute che nella nostra dieta non dovrebbero mai mancare, perché apportano principi nutrizionali fondamentali per l'organismo, come sali minerali, vitamine, fibre, folati. E spesso stanno benissimo anche in molte ricette della dieta mediterranea

I colori del benessere: 10 cibi verdi che non dovrebbero mai mancare a tavola

Che siano verde brillante o di una sfumatura più opaca poco importa: nella nostra dieta non dovrebbero mai mancare i cibi verdi.

Ricchissimi di principi nutrizionali fondamentali per il nostro organismo, come potassio, fibre, folati, vitamina A, vitamina E e vitamina C, i vegetali dalle foglie verdi sono un vero e proprio portento di salute.

E visto che il nostro benessere inizia proprio dalla tavola, dove un’importanza speciale hanno i 5 colori del benessere, è bene imparare fin da piccoli ad apprezzare broccoli, bietole&co, inserendoli spesso in menù e usandoli in modo furbo. Perché le ricette a base di verdure verdi possono essere buonissime oltre che molto salutari.

Clorofilla power

Il magnesio per regolare la pressione dei vasi sanguigni e favorire il metabolismo di carboidrati e proteine; i carotenoidi per contrastare patologie coronariche e tumorali oltre che l’invecchiamento; acido folico e folati per prevenire l’aterosclerosi e fondamentali in gravidanza; la vitamina C per il ferro e gli antiossidanti: è il dream team del benessere apportato dai cibi verdi.

Ovvero quelli dove la clorofilla svolge un ruolo fondamentale, garantendo la particolare sfumatura cromatica agli ortaggi. Prevenire a tavola è meglio che curare dopo: diamo allora un’occhiata alla lista di verdure verdi da portare in tavola il più spesso possibile?

Il verde che fa bene

1.      Broccoli

Non esattamente la verdura più amata dai bambini, nei broccoli troviamo invece moltissima vitamina A e C, oltre che folati e betacarotene. Si possono trasformare in un saporito sugo per le orecchiette o mangiare saltati con aglio, acciughe e un po’ di peperoncino o ancora trasformare in hamburger divertenti: in entrambi i casi vi assicurerete un aiuto contro malattie cardiovascolari, ritenzione idrica e stipsi.

2.      Spinaci

Hanno fatto la fortuna persino di un catone animato come Braccio di Ferro! Gli spinaci sono l’emblema del cibo salutare, anche se non è per il ferro che andrebbero mangiati spesso: quest’ultimo pur essendo presente in quantità viene poco assorbito dal nostro organismo, che con gli spinaci fa invece un’ottima scorta di potassio, vitamina A e C, magnesio, acido folico e luteina.

Come mangiarli? Ci sono un’infinità di ricette che spaziano dal classico contorno a lasagne, polpette e torte salate.

3.      Bietole

Che siano erbette o biete da coste, 100 g di queste verdure contengono potassio, ferro, vitamina C, luteina e betacarotene che svolgono funzioni antiossidanti, fibre, acido folico.

La famiglia delle bietole ha validissimi motivi per diventare una protagonista della tavola: oltre a essere particolarmente digeribile, infatti, ha proprietà diuretiche e facilita l’eliminazione delle sostanze tossiche, rinfresca e regola l’attività intestinale. È anche un buon alleato contro l’anemia per l’apporto di ferro e acido folico.

Minestre, torte salate, polpette, pasta e risotti primaverili: le bietole si possono usare in tantissimi modi diversi in cucina.

4.      Menta

Profumatissima, primaverile e tipica della dieta mediterranea, la menta si presta a tantissimi utilizzi in cucina: dall’acqua aromatizzata con limone e menta (e volendo anche cetriolo) al suo utilizzo in polpette e frittate.

La menta ha anche proprietà digestive, rinfrescanti e antisettiche: combatte l’alitosi, cosa che non guasta mai, e ha proprietà analgesiche grazie al contenuto di mentolo.

5.      Basilico e prezzemolo

Tra le più apprezzate delle erbe aromatiche, basilico e prezzemolo sono spesso il simbolo della cucina italiana.

Il basilico rende la pizza margherita perfetta e ci onora del pesto ligure, vero e proprio tesoro per palati fini, mentre il prezzemolo…si mette dappertutto, come dice la saggezza popolare!

Entrambi contengono molte vitamine e sali minerali: il basilico p noto anche per avere proprietà benefiche contro artrite e bronchite mentre il prezzemolo per gli antichi Greci era una pianta sacra.

6.      Asparagi

Vere e proprie primizie di primavera, protagonisti di eccellenti risotti, perfetti quando abbinati alle uova, sublimi nelle torte salate, gli asparagi sono forse tra le verdure verdi più apprezzate. Merito del loro sapore dolce e delicato, che ben si presta a essere utilizzato in moltissime ricette.

Ma gli asparagi fanno anche bene: oltre ad avere note proprietà diuretiche, contengono infatti folati, fosforo, vitamina A e B, sali minerali tra cui potassio, magnesio e calcio.

7.      Carciofi

Acqua, fibre, minerali, vitamine e soprattutto cinarina: questo è il bouquet che caratterizza i carciofi.

La cinarina, in particolare, conferisce proprietà diuretiche, digestive e depurative: queste ultime sono state ampiamente utilizzate anche nella produzione di amari!

Amatissimi in cucina, i carciofi sono molto utilizzati nella tradizione gastronomica romana, che li ha eletti protagonisti di piatti iconici ormai famosi in tutta Italia.

8.      Sedano verde

Dalle radici alle foglie passando per lo stelo, il sedano verde è ricco di vitamina A, C, E e K, fibre, sali minerali come potassio, magnesio, fosforo, calcio, rame, iodio e sodio e poi luteolina, sostanza antiossidante che protegge cervello.

Fondamentale nel soffritto, aromatico nell’insalata, il sedano aiuta a tenere basso il colesterolo ed è utile nei casi di ipertensione per regolare la pressione sanguigna.

9.      Kiwi

Un vero e proprio concentrato di vitamina C: questo sono i kiwi, i frutti più verdi in natura. Consumarli spesso permette di rafforzare le difese immunitarie contro i malanni di stagione e avvalersi di un valido alleato contro i radicali liberi.

Ottimi da consumare in macedonia oppure così al naturale, soprattutto la mattina per colazione.

10.  Cetrioli

Freschissimi, ricchissimi di acqua, perfetti in insalata ma anche negli estratti abbinati alla frutta: i cetrioli sono la verdura simbolo dell’estate.

Contengono vitamina B6, C e K, sali minerali come magnesio, potassio, fosforo, manganese e rame, fibre e tiamina, apportano un alto livello di idratazione e sono utilissimi per depurare e rinfrescare.