Salta al contenuto principale

- News

Elior Group Solidarités premia il volontariato italiano

Anche quest’anno Elior Group Solidarités, l’associazione nata nel 2017 per valorizzare e promuovere progetti solidali, ha deciso di premiare con un contributo economico quattro progetti italiani di volontariato, scelti tra i molti che sono stati segnalati dai dipendenti del Gruppo in tutto il mondo. L’occasione per premiare queste realtà del volontariato sociale è stata la convention annuale del Gruppo, che quest’anno si è tenuta a Edimburgo. 
Le quattro associazioni hanno ottenuto il riconoscimento per i loro progetti nel campo dell’alimentazione, dell'istruzione e dell'integrazione sociale e professionale.

La Cooperativa sociale Aliante di Abbiategrasso (MI) si occupa della promozione del benessere e dell’inclusione sociale dei minori in situazione di fragilità socio-economica e delle loro famiglie, con una attenzione particolare all’agricoltura sociale e all’alimentazione consapevole. Ancora oggi molte famiglie sono in difficoltà a seguire una alimentazione corretta e questo fenomeno è paradossalmente più accentuato dove non si soffre della mancanza di cibo. I ritmi della giornata all’interno della famiglia, le differenze di abitudini alimentari nei cittadini di recente immigrazione, la perdita delle tradizioni culinarie locali e quotidiane portano nel concreto alla tendenza all’utilizzo di cibi confezionati e precotti, a discapito dei prodotti freschi e di stagione. Il contributo del Gruppo Elior sarà investito da parte della cooperativa proprio in progetti per correggere l’alimentazione sbagliata di bambini e adolescenti.

La Cooperativa sociale Zero5 di Milano si impegna a sostenere bambini e ragazzi nel percorso di crescita personale, con attività che mirano all’integrazione sociale e alla lotta alla dispersione scolastica: per le famiglie della periferia del capoluogo lombardo questa attività rappresenta una risorsa vitale per l’educazione dei più giovani. “Il Punto” - il progetto specifico che è stato selezionato quest’anno - si pone diversi obiettivi, tutti con una particolare attenzione alla fase tra pre-adolescenza e adolescenza dei ragazzi, mirando alla loro integrazione nella società e a rafforzare le capacità e le competenze personali.
Tra questi ricordiamo la riduzione dell’insuccesso scolastico tramite azioni di rafforzamento dell’autostima e della motivazione degli studenti a completare gli studi intrapresi.

L’educazione dei ragazzi è anche il focus dell’associazione Manes, che opera nel territorio di Ostia Lido (Roma) con progetti come l’Asilo del mare, che ha l’intento di sviluppare nuove metodologie didattiche riunite in un percorso educativo che offre un equilibrio tra attività al chiuso e all’aperto, tra studio ed esplorazione, tra interiorità ed esteriorità. Tra gli obiettivi dell’associazione vi è quello di divulgare una cultura del rispetto verso l'essere umano di qualsiasi razza, età, sesso ed estrazione sociale promuovendo il principio dell'inclusione sociale partendo dai bisogni presenti sul territorio. Ad Ostia l’abbandono scolastico è molto forte e da anni operano i Maestri di strada. Il progetto selezionato nasce dall’idea di fornire dei trolley con materiale scolastico (scientifico, artistico, didattico…) che i Maestri di strada portano nelle scuole per far sperimentare sia agli alunni che al corpo docente un modo diverso d’intendere la didattica.
I trolley delle scienze sono anche efficaci per entrare in contatto con i ragazzi del quartiere e aprire un dialogo con loro e poter così aiutare quelli in difficoltà e recuperare quelli in abbandono scolastico.

I City Angels non hanno bisogno di presentazioni. L’associazione di volontariato è nata nel 1994 a Milano per iniziativa di Mario Furlan e si occupa di aiutare i più deboli: senzatetto, migranti, tossicomani, etilisti, vittime della criminalità. I volontari sono riconoscibili grazie ai colori del loro abbigliamento: basco blu, simbolo delle forze Onu portatrici di pace, e giubba rossa, colore dell’emergenza.
La missione umanitaria dell’associazione è quella di operare sulla strada e aiutare chiunque abbia bisogno, a cominciare dai senza fissa dimora, ai quali vengono offerti tutte le sere coperte, vestiti, sacchi a pelo, cibo, bevande calde d'inverno e fresche d'estate. L’associazione opera per tendere la mano a chiunque abbia bisogno e l’aiuto dei volontari: aiutare la signora anziana a portare le borse pesanti della spesa; fornire informazioni ai turisti; accompagnare a casa donne che temono aggressioni; assistere animali feriti o maltrattati.

Come Elior Italia siamo davvero orgogliosi per il lavoro svolto da queste importanti realtà del volontariato sociale e per l’impegno dei nostri colleghi. We are family e come in una famiglia il valore più importante è quella della cura e attenzione per gli altri.