- News - Business&Industry

Da Dark Kitchen a Smart Kitchen: l’evoluzione dei centri cottura

Da Dark Kitchen a Smart Kitchen: l’evoluzione dei centri cottura

Cosa è una Dark Kitchen?  Significa una cucina professionale “chiusa al pubblico”, dove una brigata di chef prepara e assembla piatti destinati al delivery.

Da centro cottura a Dark Kitchen

Anche se il termine Dark Kitchen è molto di moda ultimamente, in realtà è una realtà consolidata e presente da decenni, soprattutto nel mondo della ristorazione collettiva professionale continuamente e costantemente evoluta e arricchita di funzioni e opportunità.

La Dark Kitchen è, per impiegare il termine italiano, una cucina centrale o centro cottura dove opera personale specializzato per la produzione di pasti destinati alla consegna esterna. Si tratta di realtà esistenti da tempo, ma anche nella ristorazione collettiva grazie all’accelerazione dovuta ai tempi e al cambio delle abitudini di vita e di consumo, si sono evolute.

Oggi la Dark Kitchen - centro cottura è un polo tecnologico dotato di macchinari specializzati e chef professionisti e appositamente formati, che preparano in totale sicurezza e con protocolli definiti pasti pronti destinati poi al consumo in altri ambienti: dall’azienda ma anche allo smart working.

I vantaggi

Questo tipo di cucine determinano diversi vantaggi per piatti destinati a un pubblico che non consuma in loco. A partire dalla maggior gestione dei grandi numeri, anche dal punto di vista di un minor spreco alimentare e gestione dei prodotti ottimizzata, a tutto vantaggio della sostenibilità.

Per proseguire con la maggior rapidità ed efficienza nella gestione e preparazione di grandi numeri, con protocolli adottati e messi in atto da personale specializzato.

Così è possibile creare numerosi piatti con estrema efficienza e allo stesso tempo trattando e rispettando ogni prodotto e fase di cottura.

Non a caso anche diversi ristoranti “reali” si appoggiano a delle Dark Kitchen quando aprono il servzio al delivery, affidando a brigate specializzate la preparazione delle loro ricette. Così hanno meno impatto nella cucina del ristorante e possono espandere il loro business senza rallentare o complicare l’attività ordinaria.

Il fenomeno dimostra come il delivery e la Nuova Normalità stia cambiando le abitudini dei clienti ma anche del mondo della ristorazione a 360 gradi.

L’evoluzione della Dark Kitchen

Noi di Elior possiamo contare sulla lunga esperienza dei centri cottura professionali, parte del DNA della nostra azienda, per arrivare oggi a lavorare su Dark Kitchen totalmente evolute con nuove certificazioni, nuove tecnologie per la ristorazione collettiva investimenti sulle cucine centrali per poter diventare dei veri delivery point anche direttamente per i consumatori oppure per fare refill degli smart locker e altre applicazioni.

Verso le Smart Kitchen

La Nuova Normalità non ci coglie impreparati, ma ci spinge a migliorare e perfezionare la nostra offerta per adattarsi, con tutte le garanzie di un centro professionale di cottura e di personale specializzato, alle esigenze di oggi. 

In questo scenario, Icolti in Tavola non sono solo un prodotto, ma una rivoluzione all’interno del modello di ristorazione collettiva. Una rivoluzione resa possibile modificando strutture esistenti (centri cottura ) che diventano vere e proprie smart kitchen.