Salta al contenuto principale

- News

Bambini consapevoli del cibo con i progetti di Elior

bambini rimini e riccione mangiano elior

Conoscere il cibo che mangiamo è una cosa che si impara fin da piccoli e che ci permette una volta cresciuti di essere più consapevoli e di scegliere i giusti alimenti per i nostri pasti. Per questo motivo, nelle scuole italiane dove offriamo il servizio di ristorazione, noi di Elior siamo promotori di progetti di educazione alimentare finalizzati alla scoperta degli alimenti e delle loro caratteristiche, fin dai primi anni di frequenza. È quello che abbiamo recentemente proposto a Rimini e Riccione grazie alla collaborazione con le amministrazioni dei due comuni della riviera romagnola.

A Rimini sono circa 2.250 i giovani studenti delle scuole dell’infanzia e scuola primaria ai quali sono stati proposti alcuni speciali Menu benessere, ognuno dedicato ad un caratteristico colore degli alimenti: bianco, arancio, verde, rosso o blu. Il duplice obiettivo è quello di valorizzare gli alimenti di stagione e farli apprezzare in maniera giocosa e allegra durante l’ora del pasto scolastico e educare i bambini all’importanza di adottare scelte equilibrate a tavola, seguendo un regime alimentare che contenga almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno.

Per questi bambini il cibo è anche una scoperta di sapori nuovi e così la nostra dietista Elior, Sara Poggioli, li ha accompagnati in un viaggio culinario per conoscere i piatti tipici sia delle altre regioni italiane sia degli altri popoli a noi vicini. 
Le prime tappe del viaggio sono state dedicate al mare mediterraneo, dapprima con il Marocco e alcuni alimenti tipici del Nord Africa come il risotto allo zafferano, il tacchino al curry e spinaci, e poi con la Spagna. E proprio il menu spagnolo ha permesso ai bambini di assaggiare il piatto iberico più classico e conosciuto al mondo: la paella. Originaria della città di Valencia, questa prelibatezza ha subito nel corso del tempo una serie di rivisitazioni e aggiunte che l’hanno resa uno dei piatti più amati della cucina internazionale.

Nel comune di Riccione, invece, sono stati coinvolti 300 alunni delle due scuole primarie A. Brandi e San Lorenzo che hanno partecipato a due differenti progetti didattici. Il primo, dal titolo “Scopri la merenda tesoro!”, ha il compito di spiegare ai bambini come riconoscere una merenda sana e nutriente, che non appesantisca o rubi energia per l'attenzione e che non abbia un indice glicemico eccessivo. I bambini hanno mostrato grande entusiasmo, in quanto coinvolti in prima persona: dopo aver fatto preparare la pasta frolla dalla cuoca, la dietista ha dato ad ognuno un pezzo di pasta da lavorare e decorare per preparare dei biscotti, che sono poi stati cotti nel forno. Oltre al divertimento per l’attività, insegnanti e alunni alla fine hanno gustato lo spuntino preparato insieme.  

Il progetto “Erbe Officinali”, invece, ha insegnato a scoprire le funzioni e le proprietà delle erbe più diffuse nelle dispense di casa. Dopo una lezione teorica sulla differenza tra erbe medicinali e aromatiche, dagli usi nel corso della storia fino ai giorni nostri, i bambini sono stati partecipi di un’analisi visiva e olfattiva su piantine di rosmarino, basilico, salvia, fiori secchi di camomilla, origano essiccato e aglio. Per concludere un simpatico gioco ha coinvolto tutta la classe: i bambini bendati hanno dovuto riconoscere le piante attraverso i sensi del tatto e dell’olfatto.